.
Annunci online

 
Tony_ 
nata voce sulitaria
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 

Add to Technorati Favorites
  cerca


 

Diario | Poesia & Letteratura | Storia,Leggende,Religione & Culto | Web & Intrattenimento | Scienza, Medicina & Salute | Arte, Moda & Fotografia | Animali, Esseri viventi & Co. | Scienza,Fantascienza & Mistero | Articoli Prodotti & Pubblicità | Cinema, Tv, Musica & Spettacolo | Cucina, Alimenti & Bibite | Notizie & Politica | SPORT | Computer & Internet | Non tutti sanno che.... | Viaggi,Vacanze & Luoghi | GIOCHI |
 
Diario
1visite.

31 marzo 2008

LE LINEE DI NAZCA

 
 
PERU'
 
 
 
 
Tra l'oceano pacifico e le Ande vi è un area dove si trovano disegni più grandi del mondo e la maggior parte di essi si trova nella pampa nei pressi di Nazca, nel Peru meridionale.
Qui vi è un deserto di circa 300 kmq. diviso dalla lunga autostrada Panamericana, una strada di 27.000 km. Decine di aerei sorvolano la zona per osservare dall'alto questo sito archeologico unico al mondo.
Un territorio misterioso dichiarato Patrimonio culturale dell'umanità nel 1994 . Scoperte per la prima volta nel 1926 dall'archeologo peruviano Julio Cesar Tello le misteriose linee di Nazca furono studiate meglio e divennero famose solo nel 1939 grazie all'archeologo americano Paul Kosok che sorvolò la zona con un piccolo aereo da ricognizione. Da terra non si vede altro che una serie di piccoli solchi e solo in volo si vedono i 200 disegni e le 13 mila ciclopiche figure geometriche.
 
COME SONO STATE FATTE?
Le linee sono state realizzate raschiando via lo strato superficiale di pietre nere (contenenti ossido di ferro) e portando alla luce la sabbia giallo rossastra sottostante.
 
PERCHE SONO RIMASTE INTATTE NEI SECOLI?
Questo è uno dei luoghi più asciutti della terra, negli ultimi diecimila anni le precipitazioni sono state pochissime. Inoltre è uno dei pochi posti al mondo in cui il vento soffia senza toccare terra, caratteristica questa che ha permesso ai geoglifi di rimanere immutati nel tempo.
 
QUANDO SONO STATI CREATI?
Nel 1968 l'astronomo Gerald Hawkins scopri che alcuni disegni avevano allineamenti simili a quelli di Stonenge riconducibili all'anno 610 d.C. datazione che coinciderebbe con il risultato delle analisi al Carbonio14 di alcuni resti organici trovati nel deserto, ma il fatto che Nazca a quei tempi era abitata (dagli Indios Nazca, una popolazione antecedente agli Inca e risalente al periodo che va dal 500 a.C. al 500 d.C.) non vuol dire che i disegni siano stati fatti proprio in quel periodo. Antiche leggende del posto parlano di misteriosi visitatori che avrebbero portato la civiltà in quel posto: piccoli uomini dalla pelle chiara e peli rossicci detti Viracochas con poteri e capacità che per gli indios parevano divini.
 
COSA RAFFIGURANO?
Vi sono molte linee rette (fino ad 8 km. di lunghezza), figure umane e disegni che rappresentano fiori e animali. La precisione delle linee rette è impressionante con uno scarto d'errore di soli 2 metri per chilometro. Troviamo una scimmia, una balena, un serpente, una lucertola, alcuni uccelli, un lama, un fiore e un uomo circondato da un alone. Tutte queste figure si estendono per molti chilometri ed alcune hanno dimensioni incredibili, la lucertola ad esempio è lunga 180 metri. Tra diciotto esemplari di uccelli troviamo un colibrì e un condor, la dimensione di questi disegni varia tra i 25 metri ed i 275 metri. Ma il ragno, con in chiaro il suo piccolo apparato riproduttore, rimane un engima, si tratta difatti di un ragno che vive solo nelle foreste dell'Amazzonia il cui apparato riproduttore è visibile solo al microscopio (un mistero simile a quello delle pietre di Ica). Ci si chiede allora, come poteva l'antica popolazione dei Nazca conoscere tale animale? La cosa certa è che i disegni degli animali furono realizzati prima del complicato intreccio di linee rette, infatti, alcune di queste linee, passano sopra i disegni.

 

 

PER QUALE MOTIVO? 
Rimane ancora un mistero su come sia stato possibile creare simili gigantesche forme geometriche, così come il reale motivo di tale lavoro. Vi sono comunque delle ipotesi e secondo alcuni sarebbero dei sentieri sacri utilizzati durante cerimonie per il culto dell'acqua e della fertilita terra, oppure indicatori di antiche sorgenti d'acqua o solo antichi calendari. Ma secondo altri sarebbero le teorie astronomiche quelle più plausibili. Secondo Kosok le linee erano una sorta di indicatori (del sole) di alba e tramonto o di altre stelle mentre la studiosa tedesca Maria Reiche, che ha passato la sua vita a Nazca, crede che attraverso i disegni si determinavano i solstizi e gli equinozi, le eclissi del sole e della luna nonche momenti propizi per semina e raccolti. Vi sono poi ipotesi secondo le quali le linee sarebbero state delle piste di atterraggio per astronavi. Da uno studio computerizzato degli allineamenti astrali di Nazca si è visto che il disegno del Ragno, per esempio,  potrebbe essere una rappresentazione della costellazione di Orione. Anche le tre piramidi di Giza sono la rappresentazione sulla terra delle tre stelle della cintura di Orione. Tra tante costellazioni facilmente osservabili da uomini primitivi, perchè anche i Nazca avrebbero scelto Orione? La zona di Nazca ha una particolarità che secondo alcuni permetterebbe a veivoli aereo-spaziali dotati di grande velocità di evitate la collisone durante l'atterraggio sulla terra. Si tratta del fenomeno pizo-elettrico di natura elettromagnetica secondo il quale esiste un punto in cui l'attrazione tra poli si azzera e tale fenomeno si verifica solo nel deserto di Nazca.  

Un'altra idea suggestiva è che i Nazca potessero volare grazie a rudimentali mongolfiere e che così avrebbero controllato il corso dei lavori, la direzione delle linee dall'alto, tanto più che le figure, visto le loro grandi dimensioni, si suppone potessero essere apprezzate pienamente solo osservandole da una certa altezza. A conferma di tale ipotesi ci sono le pitture che adornano il vasellame ritrovato nella zona che mostrano immagini di oggetti indentificabili con mongolfiere o, per lo meno grandi aquiloni. Inoltre, alla fine di molte delle linee tracciate sono state rinvenute delle buche circolari contenenti rocce annerite, probabili "fosse di combustione" che servivano, forse, a lanciare in area gli aerostati grazie all'aria calda sprigionata dal fuoco. Quando nelle tombe dei Nazca venne ritrovata una stoffa, dalla trama più fine di quella che viene utilizzata attualmente per i paracadute, ma più fitta di quella usata per fabbricare gli aerostati ad aria calda, nel 1975, i ricercatori Jim Woodman e Julian Knott decisero di ricostruire un pallone utilizzando quel materiale che, si suppone, usavano anche gli indios e di farlo innalzare partendo proprio da un'antica fossa di combustione.
Ebbene, il pallone si alzò fino a quota 350 metri e volò per circa 4 km. Ciò rende quindi plausibile l'ipotesi che i tecnici Nazca dirigessero i lavori dall'alto.
 



Ma oggi a Nazca si sta lavorando per mettere in luce uno dei più grandi centri cerimoniali del mondo. Ha seguito i lavori anche l'archeologo Giuseppe Orefice, direttore del "Centro Italiano Studi e Ricerche Archeologiche Precolombiane" di Brescia che, dopo il ritrovamento di 36 templi, afferma:
 
<<La sorpresa piu' clamorosa l'abbiamo avuta quando abbiamo trovato, a quattro chilometri dalla grande citta' sacra di Cahauachi,l'ultimo centro cerimoniale al mondo di mattone crudo. Si tratta di un'area grande 24 Km quadrati, databile tra il 550 e il 1000 dopo Cristo, che contiene praticamente integre piramidi, strutture architettoniche civili e religiose, immense ed affascinanti necropoli.>> 

In ogni caso, il mistero delle linee di Nazca rimane!
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Linee di Nazca Perù

permalink | inviato da feel il 31/3/2008 alle 18:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

29 marzo 2008

GARA DI FOTORITOCCO

 
 
Il sito alla pagina http://photoshopcontest.com/ è dedidato agli appassionati del noto programma di fotoritocco 'Photoshop' di Adobe e permette di pubblicare i propri lavori on-line e di essere votati. Come si sa, con tale software è possibile creare delle immagini virtuali e di fantasia e tra le tante viste ho scelte le seguenti che mi hanno colpito per originalità, fantasia e humor.
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 


 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Photoshop fotoritocco

permalink | inviato da feel il 29/3/2008 alle 13:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

25 marzo 2008

SPERANZE

 

 
La Main de Dieu - Rodin
 
 
Prendi un sorriso
regalalo a chi non l'ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole
fallo volare là dove regna la notte.
 
Scopri una sorgente
fa bagnare chi vive nel fango.
 
Prendi una lacrima
posala sul volto di chi non ha mai pianto.
Prendi il coraggio
mettilo nell'animo di chi non sa lottare.
 
Scopri la vita
raccontala a chi non sa capirla.

Prendi la speranza
e vivi nella sua luce.
Prendi la bontà
e donala a chi non sa donare.
 
Scopri l'amore e fallo conoscere al mondo.

Mahatma Gandhi
 
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Mahatma Gandhi poesia carità

permalink | inviato da feel il 25/3/2008 alle 18:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 marzo 2008

I MILIARDARI

 
Le persone più ricche al mondo
 
 
 
Ultimamemnte Forbes ha pubblicato l'annuale lista delle persone più ricche al mondo. Difatti, tanti sono i miliardari presenti sulla Terra nel 2007.
Questa è la 22.ma classifica in tal senso, ma rispetto alle precedenti introduce delle interessanti novità.
Il primo dato che suscita curiosità è, dopo 13anni, la discesa di Bill Gates dal primo al terzo posto con i suoi 38,1 miliardi di euro; poi la scomparsa e/o retrocessione di molti americani il cui posto viene preso da miliardari indiani (4 tra i primi 10!), mentre per la prima volta nella storia il numero dei miliardari identificati da Forbes raggiunge l'impressionante cifra di 1.125, il cui patrimonio netto complessivo supera i 2,9 trilioni di euro. Come altre statistiche mostrano, aumentano i super-ricchi così come aumentano i poveri nel mondo. Nella classifica il primo posto viene ora preso dall'americano Warren Buffett, un magnate dell'alta finanza. In seconda posizione compare Carlos Slim Helú, magnate messicano delle telecomunicazioni, che in soli due anni ha praticamente raddoppiato la sua fortuna.  Quest'anno gli americani rappresentano il 42% dei miliardari, seguiti da russi e tedeschi.
Un altro record spetta ai giovani miliardari. Sono ben 50 i paperoni al di sotto dei 40 anni, 25 dei quali nuovi alla classifica di Forbes. Il 68% dei miliardari sotto 
i  40 anni ha costruito immense fortune partendo praticamente dal nulla.
È il caso dei fondatori di GoogleSergey Brin e Larry Page;
di John Arnold, ex trader di Enron che adesso gestisce un fondo ad alto rischio; dell'indiano Sameer Gehlaut, che ha creato  
Indiabulls, unbroker online; e infine di 
 
 Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook che con i suoi 23 anni è il più giovane miliardario ad aver creato da solo il suo impero mentre ancora studente universitario. 
Per trovare il primo italiano dobbiamo andare al 68 posto dove si posiziona
Michele Ferrero e figli con 7,5 miliardi di euro che con la sua azienda del cioccolato si appresta a conquistare anche i mercati asiatici. L'impero Berlusconi lo si trova, invece, al 90° posto con 6,1 miliardi di euro.
Nel tempo, nell'elenco annuale, c'è ovviamente chi sale e chi scende così come chi esce o entra. Tra le curiosità, segnaliamo all'11 posto Li Ka-shing, l'uomo più ricco di Hong Kong, che in soli 37 giorni ha perso 3,6 miliardi di euro del suo patrimonio con le azioni pubbliche. Peggio ancora per il patrimonio del ventiseienne Yang Huiyan, la persona più facoltosa della Cina continentale che a settembre è passato da 11,4 miliardi di euro a soli 4,9 miliardi di euro.
Ma ecco l'elenco dei primi 75:   

N.

Nome

Cittadinanza

E

Miliardi di Dollari

Residenza

1

Warren Buffett

USA

77

62.0

United States

2

Carlos Slim Helu & family

Mexico

68

60.0

Mexico

3

William Gates III

USA

52

58.0

United States

4

Lakshmi Mittal

India

57

45.0

United Kingdom

5

Mukesh Ambani

India

50

43.0

India

6

Anil Ambani

India

48

42.0

India

7

Ingvar Kamprad & family

Sweden

81

31.0

Switzerland

8

KP Singh

India

76

30.0

India

9

Oleg Deripaska

Russia

40

28.0

Russia

10

Karl Albrecht

Germany

88

27.0

Germany

11

Li Ka-shing

Hong Kong

79

26.5

Hong Kong

12

Sheldon Adelson

USA

74

26.0

United States

13

Bernard Arnault

France

59

25.5

France

14

Lawrence Ellison

USA

63

25.0

United States

15

Roman Abramovich

Russia

41

23.5

Russia

16

Theo Albrecht

Germany

85

23.0

Germany

17

Liliane Bettencourt

France

85

22.9

France

18

Alexei Mordashov

Russia

42

21.2

Russia

19

Alwaleed Bin Talal Alsaud

Arabia

51

21.0

Saudi Arabia

20

Mikhail Fridman

Russia

43

20.8

Russia

21

Vladimir Lisin

Russia

51

20.3

Russia

22

Amancio Ortega

Spain

72

20.2

Spain

23

Raymond, Thomas & Walter Kwok

Hong Kong

NA

19.9

Hong Kong

24

Mikhail Prokhorov

Russia

42

19.5

Russia

25

Vladimir Potanin

Russia

47

19.3

Russia

26

Christy Walton & family

USA

53

19.2

United States

26

S Robson Walton

USA

64

19.2

United States

26

Jim Walton

USA

60

19.2

United States

29

Lee Shau Kee

Hong Kong

80

19.0

Hong Kong

29

Alice Walton

USA

58

19.0

United States

31

David Thomson & family

Canada

50

18.9

Canada

32

Sergey Brin

USA

34

18.7

United States

33

Larry Page

USA

35

18.6

United States

34

Michael Otto & family

Germany

64

18.2

Germany

35

Stefan Persson

Sweden

60

17.7

Sweden

36

Suleiman Kerimov

Russia

42

17.5

Russia

37

Charles Koch

USA

72

17.0

United States

37

David Koch

USA

67

17.0

United States

39

Francois Pinault & family

France

71

16.9

France

40

Michael Dell

USA

43

16.4

United States

41

Paul Allen

USA

55

16.0

United States

41

Kirk Kerkorian

USA

90

16.0

United States

43

Steven Ballmer

USA

52

15.0

United States

43

Shashi & Ravi Ruia

India

NA

15.0

India

43

Abigail Johnson

USA

46

15.0

United States

46

Nasser Al-Kharafi & family

Kuwait

64

14.0

Kuwait

46

Jacqueline Mars

USA

68

14.0

United States

46

Birgit Rausing & family

Sweden

84

14.0

Switzerland

46

Jack Taylor & family

USA

85

14.0

United States

46

John Mars

USA

71

14.0

United States

46

Forrest Mars Jr

USA

76

14.0

United States

46

Gerald Cavendish Grosvenor

G.B.

56

14.0

United Kingdom

46

Carl Icahn

USA

72

14.0

United States

54

German Khan

Russia

46

13.9

Russia

55

Susanne Klatten

Germany

45

13.2

Germany

56

Vagit Alekperov

Russia

57

13.0

Russia

56

Donald Bren

USA

75

13.0

United States

58

Alain & Gerard Wertheimer

France

NA

12.9

United States

59

Dmitry Rybolovlev

Russia

41

12.8

Russia

60

Azim Premji

India

62

12.7

India

60

Naguib Sawiris

Egypt

53

12.7

Egypt

62

Anne Cox Chambers

USA

88

12.6

United States

63

Iskander Makhmudov

Russia

44

11.9

Russia

64

Sunil Mittal & family

India

50

11.8

India

65

Alexander Abramov

Russia

49

11.5

Russia

65

Michael Bloomberg

USA

66

11.5

United States

67

Viktor Vekselberg

Russia

50

11.2

Russia

68

Michele Ferrero & family

Italy

81

11.0

Monaco

68

Nassef Sawiris

Egypt

46

11.0

Egypt

68

George Kaiser

USA

65

11.0

United States

68

Spiro Latsis & family

Greece

61

11.0

Switzerland

72

Alexei Kuzmichev

Russia

45

10.8

Russia

73

Philip Knight

USA

70

10.4

United States

73

Viktor Rashnikov

Russia

59

10.4

Russia

75

Ernesto Bertarelli

Switzerland

42

10.3

Switzerland

 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ricchi miliardari

permalink | inviato da feel il 24/3/2008 alle 19:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

22 marzo 2008

ARTHUR CHARLES CLARKE

 
Un pezzo di storia che se ne va!

 
Pochi mesi fa, il 16 dicembre 2007, aveva festeggiato i 90 anni e tre giorni fa, il 19 marzo, lo scrittore inglese Arthur Charles Clarke è morto nella sua casa a Colombo nello Sri Lanka.
Cordoglio mondiale per un famoso scrittore, divulgatore e inventore appassionato di fantascienza.  Insieme a Robert A. Heinlein (scomparso ad 80 anni nel 1988) ed Isaac Asimov (scomparso nel 1992 a 72 anni) è stato uno dei tre grandi autori della fantascienza moderna. Scrittore molto prolifico, considerato autore di fantascienza hard o "classica" (perchè le caratteristiche salienti dei suoi romanzi sono l'interesse per il dettaglio e l'accuratezza scientifica), tra i suoi racconti più importanti vanno citati  "2001: odissea nello spazio", "Le guide del tramonto", "Incontro con Rama", "Terra imperiale", "Le fontane del paradiso" e "I nove miliardi di nomi di Dio".
Clarke aveva di recente completato, in collaborazione con l'autore americano Frederick Pohl, un ulteriore romanzo, dal titolo "L'ultimo teorema", che dovrebbe arrivare sugli scaffali a fine anno.
Credo che questi suoi tre pensieri diventeranno massime a futura memoria:
 
  • - Quando un vecchio e famoso scienziato afferma che qualcosa è possibile, ha quasi sicuramente ragione: quando afferma che è impossibile, ha molto probabilmente torto. -
  • - L'unico modo per scoprire i limiti del possibile è quello di avventurarsi un po' al di là di essi, nell'impossibile. -
  • - Qualsiasi tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. -
 
In occasione del suo ultimo compleanno (di novanta orbite intorno al Sole, come lui li definì) venne registrato un piccolo video, giusto un saluto-ringraziamento (pubblicato - QUI - su Youtube), la cui traduzione in italiano ve la riporto in calce a questo post.
Sono convinto che tantissime persone, come me, ricorderanno Arthur C. Clarke per il racconto "2001: Odissea nello spazio" da cui il regista Stanley Kubrick ne fece in, contemporanea, l'omonimo film uscito nelle sale nel 1968. Se non ricordo male, ebbi modo di vedere il film un pò di tempo dopo e ne rimasi letteralmente affascinato. Il film l'ho rivisto molte altre volte, oltre a leggere il libro ed il suo successore "2010: Odissea due" e, nonostante il passare degli anni, la storia è sempre piacevole e mai sorpassata, come tutti i capolavori!  

 

Ho appreso con grande tristezza la notizia della sua morte e mi viene spontaneo salutarlo ora con un grande
GRAZIE!!
 
  
 
Traduzione italiana del video on YouTube at: http://www.youtube.com/watch?v=3qLdeEjdbWE
Sir Arthur C Clarke: riflessioni del novantesimo compleanno (registrate il 5 dicembre 2007)

Salve! Sono Arthur Clarke e vi parlo dalla mia casa a Colombo, Sri Lanka.
Mentre mi avvicino al mio novantesimo compleanno, i miei amici mi chiedono come ci si sente ad aver completato 90 orbite intorno al Sole.
Be', a dire il vero mi sento esattamente come se ne avessi 89!
Naturalmente alcune cose mi ricordano che in effetti ho maturato lo status di anziano. Come disse Bob Hope, "sai che stai diventando vecchio quando le candeline costano più della torta!"
Sono ora assolutamente contento di farmi da parte e stare a guardare come si evolveranno le cose. Ma c'è anche un aspetto triste nel vivere così a lungo: la maggior parte dei miei contemporanei e dei vecchi amici se n'è già andata. Ma ha lasciato molti ricordi che rievoco con affetto.
Ormai passo buona parte della mia giornata a sognare dei tempi passati, presenti e futuri. Mentre tento di sopravvivere dormendo 15 ore al giorno, ho tempo in abbondanza per godermi sogni molto lucidi. Essere completamente bloccato su una sedia a rotelle non impedisce alla mia mente di vagare per l'universo: anzi, semmai è vero il contrario!
Nel corso della mia vita ho avuto la grande fortuna di vedersi avverare molti dei miei sogni! Crescendo negli anni Venti e Trenta del secolo scorso, non mi sarei mai aspettato di veder accadere così tante cose nell'arco di pochi decenni. Noi "cadetti spaziali" della British Interplanetary Society trascorrevamo tutto il nostro tempo libero a parlare di viaggi spaziali, ma non immaginavamo che ci attendeva nel nostro futuro prossimo...
Ancor oggi faccio fatica a credere che abbiamo appena celebrato il cinquantesimo anniversario dell'Era Spaziale! Abbiamo ottenuto grandissimi risultati nel corso di quel periodo, ma l'"Epoca d'oro dello spazio" è soltanto all'inizio. Dopo mezzo secolo di sforzi finanziati dai governi, stiamo ora assistendo all'emergere del volo spaziale commerciale.
Nel corso dei prossimi cinquant'anni, migliaia di persone viaggeranno fino all'orbita terrestre, e da lì fino alla Luna e oltre. I viaggi spaziali e il turismo spaziale un giorno diverranno quasi comuni come volare verso località esotiche del nostro pianeta.
Le cose stanno cambiando rapidamente anche in molti altri settori della scienza e della tecnologia. Per fare soltanto un esempio, la copertura mondiale dei telefoni cellulari ha da poco superato il 50%: vale a dire 3,3 miliardi di abbonamenti. Questo traguardo è stato raggiunto in poco più di un quarto di secolo da quando fu attivata la prima rete cellulare. Il telefonino ha rivoluzionato le comunicazioni umane e sta trasformando l'umanità in una famiglia globale che chiacchiera ininterrottamente!
Che cosa comporta tutto questo per noi, come specie?
Le tecnologie di comunicazione sono necessarie, ma non sufficienti, affinché noi umani possiamo andare d'accordo l'uno con l'altro. E' per questo che abbiamo tuttora tante dispute e tanti conflitti nel mondo. Gli strumenti della tecnologia ci aiutano a raccogliere e disseminare informazioni, ma ci servono anche qualità come la tolleranza e la compassione per raggiungere una maggiore comprensione fra popoli e fra nazioni.
Ho fede nell'ottimismo come principio guida, se non altro perché ci offre l'occasione di creare una profezia che si autoavvera. Per cui spero che abbiamo imparato qualcosa dal secolo più barbaro della storia: il ventesimo. Vorrei vederci superare le nostre divisioni tribali e cominciare a pensare ed agire come se fossimo un'unica famiglia. Quella sarebbe vera globalizzazione...
Nel completare 90 orbite, non ho rimpianti e non ho più ambizioni personali. Ma se mi fossero consentiti tre soli desideri, sarebbero questi.
Prima di tutto, vorrei vedere qualche prova di vita extraterrestre. Ho sempre pensato che non siamo soli nell'universo. Ma stiamo ancora aspettando che gli E.T. ci chiamino o ci diano qualche segno. Non abbiamo modo di indovinare quando questo potrebbe succedere: spero avvenga presto piuttosto che tardi!
In secondo luogo, vorrei vederci rinunciare alla nostra attuale dipendenza patologica dal petrolio e adottare fonti d'energia pulita. Da oltre un decennio seguo vari esperimenti sulle nuove energie, ma non hanno ancora prodotto risultati su scala commerciale. Il cambiamento del clima ha ora aggiunto una nuova sensazione d'urgenza. La nostra civiltà dipende dall'energia, ma non possiamo permettere al petrolio e al carbone di arrostire lentamente il nostro pianeta...
Il terzo desiderio è più vicino a casa mia. Vivo nello Sri Lanka da cinquant'anni, e per metà di quel periodo sono stato triste testimone di un conflitto amaro che divide il mio paese d'adozione.
Desidero fortemente di vedere lo stabilirsi di una pace duratura nello Sri Lanka il più presto possibile. Ma sono consapevole che la pace non può essere semplicemente desiderata: richiede tanto lavoro duro, coraggio e tenacia.

A volte mi chiedono come vorrei essere ricordato. Ho avuto una carriera molto varia come scrittore, esploratore subacqueo, promotore dello spazio e divulgatore scientifico. Di tutti questi ruoli, vorrei essere ricordato maggiormente come scrittore: come qualcuno che ha intrattenuto i propri lettori e, spero, ha anche ampliato i confini della loro immaginazione.
Trovo che un altro autore inglese, che per coincidenza ha trascorso come me la maggior parte della propria vita in Oriente, ha espresso molto bene questo concetto. Per cui permettetemi di concludere con queste parole di Rudyard Kipling:
Se vi ho dato diletto
con alcuna cosa che ho fatto,
lasciatemi giacere silente nella notte
che presto sarà solo vostra;
E per quel breve, breve tempo
per il quale i morti sono tenuti nel ricordo,
non cercate d'interrogarvi su altro
che i libri che lascio dietro di me.
Qui è Arthur Clarke, che vi dice grazie e arrivederci da Colombo!
 
 

21 marzo 2008

CATTIVI GENITORI?

 
Dal titolo dei video dai quali tali immagini provengono, i genitori (o parenti) sono stati etichettati come i peggiori del mondo!
Credo e voglio sperare che alcune di queste situazioni siano solo per scherzo o per finire su internet!
Purtroppo l'ultima foto è, invece, vera trattandosi di un frame di un filmato (cliccateci su).

 
Worst parent1
 
Worst parent2
 
Worst parent3
 
Worst parent4
 
Worst parent5
 
Worst parent6
 
Worst parent7
 
Worst parent8
 
Worst parent9
 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Cattivi genitori bambini humor

permalink | inviato da feel il 21/3/2008 alle 18:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 marzo 2008

LO STRUSCIO

 
Oggi, secondo tradizione, sarebbe giornata di struscio! 
Alla voce "strùscio" nell''Enciclopedia Treccani si legge:
 
s.m. - 1. A Napoli, il passeggio in via Roma e via Chiaia, in occasione della visita ai Sepolcri, nella settimana santa (così chiamata dallo strusciare dei piedi sul fondo stradale, o dallo strusciarsi delle persone tra loro, nel grande affollamento.)
2. Per estens., la passeggiata domenicale o serale in cittadine di provincia.
 
Difatti, quando c'è molta gente per strada, in particolare quando si cammina su due file, avviene lo struscio!
Nella mia città lo struscio, invece, lo si faceva il giovedì e venerdì Santo (giorno dei Sepolcri) quando i fedeli si recavano a visitare le chiese di diverse parrocchie (in un numero sempre dispari e mai più di sette altrimenti era malaugurante). Una buona occasione per mettersi in mostra indossando vestiti nuovi ed incontare gente.
Col passar del tempo lo 'struscio pasquale' diventò un evento sempre più per i giovani perché questi ne aprofittavano per avere, dai genitori, "panni" nuovi da indossare per l'occasione. Ci riferiamo agli anni del dopoguerra e successivi, quando si comprava qualche indumento nuovo solo a Natale e Pasqua. Sebbene negli anni lo "struscio" acquistò, poi, sempre più il significato di "passeggiata" e di "shopping", ancora oggi, in molte famiglie c'è l'abitudine di acquistare qualche indumento nuovo proprio in occasione delle festività. 
 
 
"O struscio beneventano e na vota"
di Antonio Cimmino

Mentre all’inizzio
ero nu poco muscio,
poi pruvaie sfizzio
a fare lo struscio,
ch’era ‘o rito pasquale
e visità ‘a cattedrale
e ll’ate chiese d’’a città.
Na specie ‘e penitenza
pe’ guadagnà indulgenze,
struscianno a ccà e a llà.
Ma chella strusciata
pe’ nuie giovinotte
era pure l’occasione,
piuttosto rara e ghiotta,
pe’ curteggià ‘e guaglione
ca in quella iurnata
strusciavano a ppalate.
Erano tiempe senza
discoteche e sale ‘e ballo.
‘A divina provvidenza
succurreva ‘e pappavalle !


 
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sepolcri festività struscio

permalink | inviato da feel il 20/3/2008 alle 18:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 marzo 2008

RON MUECK


L'IPER-REALISMO E' SERVITO!
 


"Mask II", Autoritratto

 

Ron Mueck (classe 1958), uno scultore australiano che lavora in Inghilterra, è uno dei più importanti artisti contemporanei dell'iper-realismo.

Le sue gigantesche ed incredibili sculture tra il  grottesco e l'inquitante sono state in mostra all'ex Millennium Dome di Londra e alla galleria Charles Saatchi per molto tempo.
La sua carriera inizia come creatore di modelli e burattini pe la televisione ed il cinema (ha lavorato nel film "Labyrinth"). La sua compagnia si stabilisce poi a Londra per occuparsi di foto-realistiche e oggetti animati per il settore pubblicitario. Tale attività lo portò ad affermare che "la fotografia praticamente distrugge la presenza fisica dell'oggetto originale ", e per questo il suo interesse si rivolse poi alla scultura.

Nel 1996 Mueck si dedicò alle "belle arti" in collaborazione con la suocera, Paula Rego, per la produzione di piccole figure come parte di un tableau in mostra presso la Hayward Gallery. Quando la Rego vide l'opera intitolata "Pinocchio"

 

rimase colpita e lo introdusse a Charles Saatchi, che, impressionato da subito, iniziò a raccogliere e commissionargli lavori. Nel 1997 Mueck creò l'opera "Dead Dad" che portò  il suo nome alla ribalta per essere stato incluso nella mostra "Sensation" della Royal Academy.

  

"Dead Dad" non era altro che la rappresentazione in scala del corpo del proprio padre dopo la sua morte. Questa è l'unica opera di Mueck in cui sono stati usati i suoi capelli.

Una caratteristica delle opere di Mueck è che riproducono fedelmente ogni reale e minuto dettaglio del corpo umano, e, giocando con la riproduzione in scala, trasmettono sconcertanti sensazioni. La sua scultura "Boy 1999" alta cinque metri, è stato una caratteristica del Millennium Dome, poi esposta alla Biennale di Venezia.

 

Nel 2002 la scultura "Pregnant Woman" è stata acquistata dalla National Gallery dell'Australia, per 800000 dollari australiani.

  

La maggior parte delle sue raffigurazioni mostrano persone nude sebbene alcune vestite ed altre, come la donna  "In Bed" del 2005, coperte da tessuti.

 

Per creare le sue opere, Ron Mueck usa resina, fibra di vetro e silicone. I capelli sono reali (per chi non lo sapesse, i capelli umani si acquistano).

 

Nel 2002 ha tenuto una mostra personale (intitolata 'Big Man') presso l'Hirshhorn Museum e Sculpture Garden di Washington. Più recenti le mostre al Museo d'Arte Contemporanea di Sidney e alla National Gallery di Londra.


"Big Man", 2000

Tali opere esplorano le contraddizioni tra realtà e artificio e creano una tensione tra il mondo reale e uno fantasmagorico. Giusto un gioco tra ambiguità, illusione e imitazione. Vene, rughe, capelli, carnagione, pelle, macchie, nessun dettaglio è trascurato al fine di ottenere una perfetta somiglianza con la "vita reale". Ogni lavoro è l'inizio di un racconto, di un mondo introspettivo che esprime uno stato interiore.

Inutile sottolineralo, le opere viste da vicino producono un impatto emotivo e psicologico  unico!  


"A Girl", 2006  


"Two Women", 2005  


"Wild man", 2005
 


L'autore al lavoro su dei modellini.
 


 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ron mueck iper-realismo

permalink | inviato da feel il 19/3/2008 alle 18:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

17 marzo 2008

GIORNO POLARE

 
Primavera Nel Mondo 
 
 
E' voce comune che "non esistono più le mezze stagioni".
Ma, alla stragande maggioranza delle persone non interessa nemmeno più se tra qualche giorno entrerà la primavera o, più in generale, in che stagione ci troviamo!
Ma non è così per gli abitanti di Longyearbyen, per esempio.
Qui aspettano la primavera con ansia e venerazione e fanno perfino dei 'sit-in' per cogliere il primo raggio di sole.
Dopo molti mesi di buio (Notte Polare), a Marzo è tempo di celebrare il ritorno del Sole (Longyearbyen Sun Festival)
La 'primavera boreale' che prende il posto dell'omonimo inverno.
 
Infatti, con l' Equinozio di Primavera (21 marzo):
» Inizia la primavera nell'emisfero boreale e l'autunno in quello australe.
» Al polo Sud inizia la notte polare, mentre al polo Nord il giorno polare.
» La durata del giorno e quella della notte sono uguali.
» Il Sole sorge e tramonta rispettivamente ad Est e ad Ovest, e passa per l'equatore celeste (punto d'Ariete).
 
Longyearbyen è l'insediamento più popoloso delle isole Svalbard con circa 1.600 abitanti (isole del Mare Glaciale Artico che, posizionate tra i 74° e gli 81° Nord, e tra i 10° e i 34° Est, rappresentano la parte più settentrionale della Norvegia).
Ma il discorso di questo post può valere per un qualunque altro centro abitato situato vicino al polo nord. 
 
La 'Notte Polare' è un fenomeno astronomico che si verifica durante l'inverno a latitudini elevate, ovvero, sopra il 'Circolo polare artico' e sotto il 'Circolo polare antartico', perché a causa dell'inclinazione dell'asse terrestre il sole non sale mai sopra l'orizzonte e quindi è 'notte'  (notte bianca) per tutto l'arco della giornata e per molto tempo all'anno. Il fenomeno opposto (che il sole non scende mai sotto l'orizzonte), che si verifica invece d'estate, è il cosiddetto 'Sole di Mezzanotte' (durante il solstizio estivo) e la durata di questo fenomeno dipende dalla latitudine: a 70° il sole non tramonta per 17 giorni consecutivi, a 80° per 71 giorni, ai poli (90°) per metà dell'anno. Al contrario, allontanandosi dai poli geografici, il tempo in cui il sole rimane sotto l'orizzonte varia dalle 20 ore ai 179 giorni. Precisiamo che non è sempre notte nel vero senso della parola (buio totale), ma vi è illuminazione dovuta alla rifrazione della luce e sebbene non c'è un tramonto, si ha un crepuscolo molto lungo.
(La notte bianca è diventata, per esempio, un simbolo della città di San Pietroburgo, in Russia dove dura un mese (dall'11 giugno all'11 luglio).
 
 
Ma ora godiamoci alcune immagini di Longyearbyen:
 
 
Durante il Crepuscolo  
 
 
 
E' mezzogiorno  
 
 
 
Longyearbyen Sun Festival
 
 
 
Il sole è arrivato!
 
 
 
Sole di mezzamotte
 
 
Alcuni video da Youtube:
 
 


          
   
 
 
Buona Primavera a tutti!
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Giono Polare Primavera Longyearbyen

permalink | inviato da feel il 17/3/2008 alle 19:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 marzo 2008

AMORE

 
Se ogni giorno...
 
Cupido di Caravaggio
 
 
 
Se saprai starmi vicino,
e potremo essere diversi,
se il sole illuminerà entrambi
senza che le nostre ombre si sovrappongano,
se riusciremo ad essere "noi" in mezzo al mondo
e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere.
Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo
e non il ricordo di come eravamo,
se sapremo darci l'un l'altro
senza sapere chi sarà il primo e chi l'ultimo
se il tuo corpo canterà con il mio perché insieme è gioia...
Allora sarà amore
e non sarà stato vano aspettarsi tanto.

Pablo Neruda
   


 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pablo Neruda Amore

permalink | inviato da feel il 16/3/2008 alle 18:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

13 marzo 2008

I VINCITORI DI "AMICI"

 
 
 
COSA FANNO?
 
 
Una carrellata per sapere cosa hanno fatto e cosa stanno facendo i vincitori delle varie edizioni di "Amici" (ex 'Saranno Famosi') di Maria de Filippi, dalla prima edizione (2001) alla penultima (2006).

Ecco i finalisti ed il vincitore di ogni edizione:
 
 
 
2001-2002 
1 - DENNIS FANTINA - Trieste,6/12/1976 - cantante
2 - Marianna Scarci (ballerina)
3 - Ermanno Rossi (ballerino)
4 - Antonio Baldes (ballerino)
5 - Andrea Cardillo (cantante)
6 - Leonardo Fumarola (ballerino)
 
Dopo il contratto di un anno con le reti Mediaset, nel 2002 e la partecipazione alla compilation di "Saranno Famosi", prende parte al TIM Tour e a ottobre 2002 esce il suo primo CD ("Dennis"). Agli inizi 2003 esce il secondo singolo e in aprile parte la sua prima tournèe. A settembre viene scelto per la nuova edizione del musical "Grease" della 'Compagnia della Rancia'. Nell'estate 2004 lavora con 'Radio Italia' e agli inizi del 2005 esce il suo successivo singolo in attesa del successivo CD di metà anno ("Io credo in te"), grazie al quale riceve il disco d'oro. Nel frattempo si sposa e diventa papà di un bambino. Nel 2006 partecipa alla trasmissione televisiva "Notte sul ghiaccio" (secondo classificato). A maggio 2008 uscirà il suo terzo album "Buone sensazioni".
Links:
 
 
 
2002-2003
1 - GIULIA OTTONELLO
-Genova,30/07/1984 -cantante
2 - Anbeta Toromani (ballerina)
3 - Timothy Snell (cantante)
4 - Lidia Cocciolo (cantante)
5 - Michele Maddaloni (ballerino)
6 - Federico Patrizi (ballerino)
 
Finita la trasmissione di "Amici" partecipa all’I-TIM Tour, ad alcune tappe della tournée di Gigi D’Alessio, duetta con Gloria Gaynor e prende parte a diverse compilation (Aeroplanitaliani, tributo a Pierangelo Bertoli, Il "Diverso Sei Tu"- Progetto creato per la Giornata Europea delle Persone Disabili) e duetti e trasmissioni televisive (Buona Domenica, Maurizio Costanzo Show, 30 Ore per la Vita, Donna Sotto le Stelle, ecc...).  Durante il periodo contrattuale che la lega all'etichetta "Sugar" di Caterina Caselli, incide il primo singolo "Permission". Con la 'Compagnia della Rancia', a ottobre 2003, debutta nel musical "Cantando sotto la pioggia". A marzo 2005 pubblica il primo singolo (con la Sugar Music). E' protagonista dello spettacolo teatrale "SQUALI" che ha debuttato al Teatro Sistina di Roma  il 7 ottobre 2006 e poi incide il CD che racchiude tutte le musiche e le canzoni dello spettacolo teatrale. A ottobre 2007 doppia la voce della Principessa Giselle nel film "Come D'Incanto" della Walt Disney.
Links:
 
 
 
2003-2004 
1 - LEON CINO - Tirana,10/08/1982 - ballerino
2 - Sabrina Ghio (ballerina)
3 - Samantha Fantauzzi (attrice)
4 - Gian De Martini (cantante)
 
Nel 2004 ha ricevuto il Premio Internazionale 'Gino Tani' per le arti dello spettacolo e successivamente è stato protagonista del musical “Footlose”, presente per due stagioni sui palcoscenici italiani. E’ diventato in seguito uno dei ballerini professionisti di Amici per la danza classica e per quella moderna. Di recente ha partecipato allo spettacolo “Io Ballo” scritto da Chicco Sfondrini con regia di Patrick Rossi Gastaldi. 
Links:
 
  
 
2004-2005
1 - ANTONIO SPADACCINO -Foggia,9/03/1983 -cantante
2 - Francesco De Simone (ballerino)
3 - Klajdi Selimi (ballerino)
4 - Romina Carancini (ballerina)  
 
Nell'estate 2005 incontra il manager Mario Lavezzi, grazie al quale, nel novembre dello stesso anno, pubblica il primo singolo (Ce la farò), che conquista il disco d'oro. Partecipa a varie trasmissioni (Buona Domenica, Tutte le mattine, Top of the Pops, CD-Live, 50 Canzonissime, ecc.) e nel 2006 pubblica il primo album, ("Antonino").  Nell'estate 2006 parte il tour che lo porta in molte città italiane. A settembre 2006 vince il 'Premio Battisti' come miglior artista emergente e a gennaio del 2008 esce il suo secondo album 'Nero indelebile' che contiene il singolo "Resta come sei".
Links: 
 
 
 
2005-2006
1 - IVAN D'ANDREA -Forni di S. (UD),11/04/1985 -ballerino
2 - Andrea Dianetti (attore)
3 - Rita Comisi (cantante)
4 - Eleonora Crupi (cantante)
5 - Raffaele Tizzano (ballerino)
 
Partecipa al tour di Amici, insieme agli altri ragazzi, con tappe in molte città italiane. Partecipa al Tour Sky 2006 e a numerosi eventi di danza e serate, in varie parti d’Italia, ma soprattutto nel Friuli-Venezia Giulia. Partecipa come ospite in vari programmi (“Buona Domenica”, “Verissimo”, “Tutte le mattine” di Canale5  e “Sos Notte” di Sky.) Agli inizi del 2007 è attore protagonista in “Beautiful thing ...e qualche volta si innamorano”, al Teatro Rossini di Roma. Poi del musical “Lungomare”, scritto da Maurizio Costanzo con musiche di Alex Britti.
Links: 
 
 
 
2006-2007
1 - Federico Angelucci -Foligno,19/03/1984 -cantante
2 - Agata Reale (ballerina)
3 - Karima Ammar (cantante)
4 - Cristo Martinez Prunes (ballerino)
5 -Max Orsi (cantante)
 
Collabora al classico CD con gli altri cantanti di Amici che si aggiudica un disco d’oro e prende parte a serate in tutta Italia.  Partecipa allo  spettacolo “Io ballo” insieme ai compagni della trasmissione.  Sta prendendo parte al musical (ancora in giro) "A un passo dal sogno" (dal romanzo di Chicco Sfondrini e Luca Zanforlin). A Novembre scorso è uscito il suo primo singolo "Amore e Mistero".
Links:
 
 
 
2007-2008
 
Squadra Bianca:
Antonino Lombardo (ballerino) (Terzo eliminato al Serale del 17/02/2008)
Giulia Piana (ballerina)
Giuseppe Salsetta (cantante)
Pasqualino Maione (cantante)
Roberta Bonanno (cantante)
Simonetta Spiri (cantante) (
Quarta eliminata al Serale del 24/02/2008)
Susy Fuccillo (ballerina)
 
Squadra Blu:
Cassandra De Rosa (cantante)
Francesco Mariottini (ballerino)
Gennaro Siciliano (ballerino) (Quinto eliminato al Serale del 05/03/2008)
Marco Carta (cantante)
Maria Luigia La Rocca (cantante)
(Seconda eliminata al Serale del 10/02/2008)
Marina Marchione (attrice) (Prima eliminata al Serale del 03/02/2008)
Marta Rossi (cantante)


CHI VINCERA'??
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. TV AMICI di Maria de Filippi

permalink | inviato da feel il 13/3/2008 alle 17:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 marzo 2008

ALLOGGI x STUDENTI

 
 
 
La mancanza di alloggi coinvolge anche gli studenti universitari che frequentano atenei in città diverse dal proprio luogo di residenza e la situazione è, ovviamente, più grave nelle grandi città. A Parigi, dove il problema è molto sentito, l'unione nazionale degli studenti francesi ( UNEF ) si è fatta promotrice di un'ulteriore campagna di sensibilizzazione pubblicizzata di nuovo con il precedente manifesto (in alto). 

A seguito di ciò, il ministero dell'istruzione francesce si è preso l'impegno, con un piano di investimenti, di creare nuovi alloggi e di ristrutturarne molti altri. Si spera per gli studenti che l'impegno venga mantenuto.
Attraverso l’ESU, il sindacato degli studenti europei, il manifesto, a suo tempo, era giunto anche in Italia e l’
UDU (unione degli studenti) che insieme all’UNEF aderisce all'ESU, provvide, anni fà, a crearne uno tutto italiano: 

 
 
La campagna in Italia, come c'era da aspettarsi, non ebbe seguito. Il governo nostrano ha, purtroppo, sempre tanti problemi, spesso molto più importanti ed urgenti di quello degli alloggi per gli studenti fuori-sede. A tal proposito mi viene in mente l'Italia vista dagli studenti Erasmus che hanno risposto a un questionario proposto dalla free press 'Studenti Magazine' e dall'associazione 'Erasmus Student network Italia'. Venti domande cui, attraverso il sito www.esn.it, hanno risposto 1.500 studenti provenienti da 28 paesi diversi e afferenti a 27 diverse città italiane. Tra le varie critiche mosse all'Italia c'era la grande difficoltà, per gli studenti, di reperire un alloggio. La casa, infatti, oltre a essere costosa è difficile da trovare: ha avuto problemi ben il 66% degli intervistati. La causa principale è il prezzo elevato (per il 37,4%), seguita dalle cattive condizioni degli appartamenti (per il 29,1%), dal razzismo dei proprietari che non affittano a stranieri (per il 20,8%) e dall'assenza di un contratto (per il 12,7%).
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alloggi studenti fuori-sede

permalink | inviato da feel il 12/3/2008 alle 16:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 marzo 2008

L'INSEMINATORE

 
PADRE DI 7 FIGLI A 20 ANNI!
 
 
Il ventunenne disoccupato Keith Macdonald della contea inglese di 'Tyne and Wear' dice di "abbordare" le donne mentre viaggia sui mezzi pubblici, scambiando qualche chiacchera.
"È facile - sembra che loro non dicano mai di no. Se tu gli piaci, gli piaci. Basta farsi dare il loro numero e fissare un appuntamento", afferma il giovane inglese.
Attualmente Keith ha messo incinte (ufficialmente) 7 ragazze e due di loro (Stephanie e June) le ha conosciute proprio mentre era su un autobus, e l'ultima,Vicky, l'ha conosciuta ad una fermata.
Ma vi sono voci in giro che la sua prole sarebbe molto più numerosa (16 addirittura!) e così per la stampa viene additato a padre "inetto".
Ma lui non ha alcun rimorso e nononostante sia lui a flirtare per prima, da la colpa della gravidanza alle ragazze.
"Non è colpa mia - pensavo che tutte prendessero la pillola".
Ovviamente Keith non paga niente per il mantenimento dei suoi figli ed è stato soprannominato il "Romeo spericolato" e il "parassita" che salta da un letto all'altro.
La prima bambina di Keith ha attualmente 6 anni. Infatti, egli divenne padre quando aveva appena 14 anni, dopo aver avuto un rapporto con la ventisettenne Michelle con cui tagliò subito dopo la nascita della bambina.  Seguì Charlotte, 16, di Hetton. Lei lo lasciò dopo un presunto atto di violenza che Keith nega.  Il terzo figlio arrivò da una relazione con una vicina di casa, l'allora diciottenne Jordan. Il bambino ha oggi quasi 4 anni. La vittima numero 4, June, ora ventunenne, dice di essere stata colpita dal fascino di Keith sull'autobus, dove venne a sapere che avevano entrambi frequentato la stessa scuola e si scambiarono i numeri di telefonino. Un paio di giorni dopo stettero insieme e lei subito rimase incinta. Il suo bambino farà 4 anni il prossimo ottobre. La numero cinque Stephanie, allora diciassettenne, ha partorito nel 2005 e racconta: -  "Ha iniziato a sorridere con me alla fermata e siamo saliti sullo stesso autobus, poi ha iniziato a parlare. Mi ha fatto ridere ed era molto seducente". Keith sostiene di non aver mai incontrato la sesta, una certa Kelly B. che afferma, invece, di aver partorito il suo sesto figlio. "Dev'esser stato il suo modo di comportarsi insieme ai suoi occhi verdi e capelli biondi ad attirarmi. Ci conoscemmo una sera grazie ad un mio amico gay e credevo che anch'egli lo fosse. Successivamente egli cominciò a telefonarmi ed inviare messaggi ed una notte venne a stare da me...."   Lei è stata poi lasciata con un SMS di addio e sebbene dichiari di avere delle foto insieme a Kelly, quest'ultimo ripete: "Dovevo essere ubriaco. Non so niente di lei."
Keith MacDonald
Un portavoce del ministero del lavoro che fa capo alla "Child Support Agency" asserisce che se il padre continua a mancare ai suoi doveri rischia perfino la galera. Come disoccupato riceve circa 90 euro a settimana e il ministero potrebbe bloccargli tale concessione. Inoltre per il Macdonald non sarebbe la prima volta a comparire dinanzi ad un magistrato.
Da parte sua Keith afferma: "Mi diverto andare in giro. Le ragazze mi stanno addosso e sorrido anche con i gay. Non ho un diploma, ma non ritornerò a scuola. Sono in cerca di lavoro, qualunque cosa mi possa distogliere, ma non riesco a trovarlo. Nessuno mi prenderà dopo quanto sta succedendo."
Egli nega, inoltre, di essersi rifiutato di usare il preservativo. Dice che tutte le ragazze gli avevano detto di prendere la pillola e non capisce come hanno potuto rimare incinte. La situazione non è piacevole e se le cose continuano così dichiara di dover poi parlare con un avvocato.
"Ho sempre usato il preservativo. Se vedo i miei figli potrò dargli dei soldi. Glieli darò se li avrò."
Mentre i suoi figli vengono mantenuti dallo Stato, il super-babbo vive mantenuto da sua madre, la quale però sembra non tollerare più questa situazione.
Sempre Keith dice: “Mia madre non è contenta di tutti questi figli. Qualche giorno fa mi ha urlato di legarmelo stretto e di tenerlo dentro i pantaloni“.
 
Al di là di quanto sia oggi facile fare sesso senza alcuna precauzione, permettetemi un'altra osservazione. Se da un lato tale soggetto deve assummersi le proprie responsabilità, viene comunque fuori una certa faciltà con cui il 'gentil sesso' si concede al primo venuto!
E poi, mentre lui era poco più di un ragazzino, i suoi primi rapporti sono avvenuti con donne o ragazze che dovevano essere più mature o consapevoli!
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sesso giovani gravidanze indesiderate

permalink | inviato da feel il 10/3/2008 alle 19:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

8 marzo 2008

SESSO & SONDAGGI

 
Sondaggio della Durex del 2005
 
 
A che età si perde la verginità?
 
Ecco l'Età della Perdita della Verginità divisa per nazione
 
 
Ai primi posti troviamo L'Islanda con una media di 15.6 anni segue la Germania con 15.9, poi Svezia e Danimarca con 16.1, Brasile e Nuova Zelanda con 16.4 e Norvegia e Austria con 16.5 anni.
Agli ultimi posti troviamo: l'Indonesia con 19.1 anni, il Vietnam con 19.6 e gli Indiani che sono gli ultimi a perdere la verginità ad un'età media di 19.8 anni.
L'Italia si assesta intorno ai 18.1 anni.
 
E cosa in merito alla frequenza con cui si fa sesso?
Chi fà più sesso?
 
Ecco un altro sondaggio della "Durex" effettuato on line nel 2007.
 
 
sesso
 
Più "attivi" risulterebbero i greci, mentre i più restii i giapponesi le cui donne affermano che evitano il sesso perché provono dolore e hanno paura della maternità.
In generale, solo il 44% delle persone si definisce pienamente soddisfatta dal sesso.
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sesso verginità

permalink | inviato da feel il 8/3/2008 alle 18:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

5 marzo 2008

L'AMORE DI ANNA FRANK

 

 
Peter Schiff 
 
AMSTERDAM (Reuters) -
 
Ecco finalmente una fotografia del ragazzo con i "bei occhi marroni" di cui Anna Frank parla nel suo famoso diario.
Il ragazzo si chiama Peter Schiff e una sua foto è stata donata al Museo dedicato ad Anna Frank (ad Amsterdam) dal suo amico d'infanzia Ernst Michaelis che si è reso conto solo pochi giorni fà che al museo mancava un'immagine del ragazzo e proprio mentre rileggeva il diario.  Lui e Peter erano amici di scuola ed aveva capito che era Peter l'amico a cui Anna faceva riferimento nel diario.
Lei scrisse: "Ho dimenticato che non ho ancora detto niente della storia del mio unico vero amore. Peter è il ragazzo ideale: alto, snello e bello, con un serio, silenzioso e intelligente sguardo...... Ha i capelli scuri, bei occhi marrone, guance rosse e un gradevole naso a punta. Ero matta per il suo sorriso che lo rendeva così infantile e malizioso".
Questo è quanto nel 1940 Anna scriveva in merito al tredicenne Peter, quando lei ne aveva appena 11.
Anna doveva poi morire nel campo di concentramento di Bergen Belsen nel 1945, mentre Peter morì più tardi ad Auschwitz.
Michaelis, ora ottantunenne, aveva frequentato una scuola ebraica con Schiff a Berlino nel 1930 prima che entrambe le famiglie fuggissero dai nazisti. E proprio prima di partire i due ragazzi si scambiarono le fotografie.
 
Anna incontrò Peter poco prima di nascondersi, ma scrisse di lui solo un anno più tardi, dopo averlo sognato. 


<<È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell'intima bontà dell'uomo. >>
(Anne Frank)
 
 
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Anna Frank

permalink | inviato da feel il 5/3/2008 alle 20:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

4 marzo 2008

ELEZIONI PRESIDENZIALI AMERICANE

 
Figlio di padre nero proveniente dal Kenya e di madre bianca del Kansas, Obama ha miscelato il buon senso della politica e lo charm personale che l'hanno portato dalle strade di Chicago e di Harlem al senato degli Stati Uniti.
 
 
  
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ELEZIONI PRESIDENZIALI AMERICANE

permalink | inviato da feel il 4/3/2008 alle 17:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

2 marzo 2008

FISIOGNOMICA

 
Dimmi come appari e ti dirò chi sei...
 
 
La fisiognomica è una disciplina pseudoscientifica che pretende di dedurre i caratteri psicologici e morali di una persona dal suo aspetto fisico, soprattutto dai lineamenti e dalle espressioni del volto. Fin dal XVI secolo questa disciplina godette di una certa considerazione tanto da essere insegnata nelle università. La frenologia, creata intorno al 1800, era pure considerata fisiognomica e si diffuse nel corso del XIX secolo in Europa e negli Stati Uniti (valutazione di particolarità morfologiche del cranio). La fisiognomica moderna subisce nel tempo una serie di modificazioni strutturali che la specializzano in varie discipline (dai primi rudimenti di psicanalisi alla antropologia criminale).
La Morfopsicologia è lo studio della personalità attraverso i tratti del volto elaborato,  ma non in modo analitico e statico come nella fisiognomica, ma in continua trasformazione dinamica; ogni singolo elemento del volto assume, e a sua volta dà, significati diversi a secondo del contesto in cui si inserisce. 
Aristotele sosteneva la tesi che la somiglianza di alcuni uomini con certi animali doveva estendersi ai
tratti interiori del carattere.
 
«Sembra che vi siano dei visi contenti ed altri infelici, ed io penso occorra un po’ d’arte per distinguere i visi bonari da quelli sciocchi, i severi dai rudi, i maliziosi dagli addolorati, gli sdegnosi dai malinconici ed altre simili qualità analoghe»
Montaigne
 
« (...)nei tratti del nostro volto è scolpito il ritratto della nostra anima (...). »
Thomas Browne
 
" La vostra faccia, signore, è un libro dove le persone posso leggere strane cose"
Macbeth,William Shakespeare
 
 
 VISO
 
 
  OVALE (sottile, proporzionato)
E' facilmente notato perché sembra più lungo rispetto alle altre facce. Una persona dal viso sottile è confidente per esperienza e non per natura, questo significa che quando cerca qualcosa di nuovo può avere paura e ansia. Nel caso il suo viso si ritrova anche due piccoli e distanti occhi, diventa poi una persona interessata ai minini dettagli.  La compagna delle persone dal volto sottile è la paura, la loro principale sfida e questo può renderli avulsi dalle novità e dagli spostamenti,  più legati alle comodità e poca avventurosi. L'elemento tondeggiante rimanda all'ingenuità, alla fantasia e alla sensibilità, più che alla puntigliosità e al rigore del freddo raziocinio. Tipico di chi è portato ai "voli pindarici", finisce con l'essere superficiale in molti comportamenti e facilmente suggestionabile. Molto intelligente, è però meglio che si tenga lontano dalle questioni pratiche; se invece ricerca verità e sicurezza nella religione e nel misticismo, la sua intuizione può procurargli molte soddisfazioni.
 
  TONDO (mancanza di spigoli)
Le persone che hanno la faccia tonda sono amichevoli per natura, gradiscono gli incontri e dare una piacevole compagnia. La natura è però molto complessa, con evidente predisposizione alla contraddizione nell'agire, come nel pensare o nel reagire. La continua altalena di comportamenti diversi che lo vedono irritato e gioioso, irrazionale e prudentissimo, ambiguo e schietto fa di lui un individuo molto interessante, ma anche da prendere a piccole dosi. Soffre spesso di narcisismo.
 
  ALLUNGATO, TRIANGOLARE, A CONO (Predominano fronte e naso)
Espressione di intelligenza e raziocinio, di interessi spirituali e morali, è tipico di un individuo dal temperamento impaziente, nervoso, sempre alla ricerca delle novità. Più portato a concentrarsi sulle questioni essenziali perde di vista le cose pratiche e materiali. Inoltre, per correre dietro a sempre nuovi progetti, finisce spesso con il considerare definito ciò che invece doveva essere ancora realizzato.
 
  QUADRATO (viso proporzionato)
È tipico di una natura poliedrica e ricca di interessi. Amante delle responsabilità e più ancora delle proprie idee, questo soggetto possiede una prorompente vitalità fisica e psichica, che per la sua naturale forza di carattere può trasformarsi in durezza e chiusura ai suggerimenti altrui. È indubbiamente un individuo capace, un osservatore dalla logica ferrea, poco disponibile però a piegarsi e ad accettare idealismi.
 
  RETTANGOLARE (viso ancora proporzionato)
La snellezza dei lineamenti, comunque derivante dalla forma quadrata, è indizio di un raffinamento delle capacità ed è tipico di chi sa valutare se stesso e gli altri, e tirar fuori il meglio da ambedue. Analitico, obiettivo e pratico, sa però far uso, in caso di necessità, anche di fantasia e di intuizione. Non è un idealista ma è sempre franco, schietto e leale. In amore sa essere un compagno su cui si può contare.
 
A PERA, largo (predomina mento e bocca)
Dimostra una grande abilità nelle questioni materiali e pratiche, oltre ad un vivo senso degli affari. È presente in persone che pur non amando il rischio, sanno agire con diplomazia e talvolta con opportunismo per il proprio tornaconto. Molto socievoli e "compagnoni", sono però capaci di soffocare il sentimento, se questo è per loro motivo di preoccupazione o può essere giudicato come debolezza.
 
 
FRONTE  
 
  • AMPIA (alta, larga o bombata)
Una persona con un ampio fronte è fiduciosa per natura, a meno che non ha perso la fiducia in se stessa per qualche vicissitudine. Tale persona ha buona abilità di influenzare gli altri, di solito la distanza tra i suoi due occhi è grande a causa della sua ampia fronte e questo significa anche alta tolleranza. Queste persone potrebbero non essere interessate ai piccoli dettagli, ma piuttosto ad una visione ampia o nella completezza delle cose.  Sono dei buoni manager.
Se è sola la parte alta del fronte ad essere larga (viso a triangolo) denota interesse per le questioni spirituali, a discapito di quelle pratiche e materiali. Il rapporto con la vita è problematico, personale, teorico-razionale.
Se è bombata è tipica in soggetti di grande apertura sociale, sensibilità e fede interiore. La fiducia negli altri e la generosità possono diventare perfino eccessive e sfiorare l'idealismo.
Se è la parte bassa ad essere ben sviluppata, rivela nell'individuo uno spiccato senso logico e, del pari, un'acuta capacità critica e coerenza nelle azioni.  
  • STRETTA (piatta, alta o piccola)
Se piatta, ad una grande intelligenza pratica fa generalmente riscontro una certa freddezza nei confronti dei problemi filosofico-spirituali. Alla ricerca di continue conferme esterne, mette in evidenza solo i lati migliori.
Se è la parte bassa della fronte ad essere alta e stretta, identifica un tip analitico, metodico, individualista e fin troppo critico, chi possiede questo tipo di fronte è anche costante e determinato in ogni sua azione.
Viceversa, se è la parte bassa della fronte ad essere bassa e larga è tipica di chi cambia spesso opinione, spinto o stimolato da nuovi interessi. Alla volubilità si associa una naturale predisposizione ai piaceri materiali.  
  • PROMINENZE laterali
La tenacia lo contraddistingue e se, per molti versi, questa è un'importante spinta, per altri diventa un limite, soprattutto quando gli impedisce di valutare realmente le situazioni o gli scopi che testardamente si ostina ad inseguire.
 
 
 SOPRACCIGLIA
(Parliamo di sopracciglia naturali e non ritoccate, ovviamente!)
 
  • Grande Distanza tra occhio e sopracciglia:  caratterizza chi gradisce l'approccio di aspettare e vedere, chi non si precipita nelle cose. Una distanza maggiore rappresenta la persona meno veloce sul piano dei sentimenti e delle azioni. La classica persona che quando va per shopping può visitare tutti i negozi senza acquistare nulla. Questa persona può essere più lenta nella costruzione di relazioni e legami ed è meglio non spingerla a prendere decisioni per lui/lei affrettate. A volte il soggetto si perde dietro ai suoi sogni, e non trova nella realtà esterna stimoli capaci di allontanarlo dal suo rifugio interiore. 
  • Piccola (o nulla) distanza tra occhio e sopracciglia: è in genere una persona ben voluta dalla gente perchè priva di esitazioni. La breve distanza caratterizza persone capaci di prendere rapidamente decisioni. Nello shopping, al contrario, acquista subito anche le cose che non gli occorrono. Tale persona non può proprio attendere per provare qualcosa di nuovo e se ha deciso di fare qualcosa nei giorni seguenti,  aspetterà con ansia quel giorno! E' spesso anche indizio di rigore ed intolleranza, le persone rivelano anche una certa diffidenza verso gli altri. 
  • NORMALI, DRITTE

Generalmente sono presenti in individui dotati di molto senso pratico, decisi e dinamici. Il tendere a scopi ben precisi non esclude in loro la disponibilità, in caso di vero bisogno, verso gli altri. Quando sopracciglia sono come una linea retta la questa persona è un pensatore logico.

 
  • FOLTE, DI GROSSO SPESSORE
Sono segno di un carattere volitivo, determinato, talvolta fin troppo rigido, energico ed inflessibile.  
  • CORTE
Sono indizio di un incontenibile desiderio di migliorarsi, di insoddisfazione di se stessi e di ciò che si possiede, con reazioni di malumore prive di dinamicità.  
  • ARCUATE
Rivelano una natura versatile, sempre attratta da nuovi interessi in cui si butta a capofitto, rischiando sia di dimenticare ogni altro bisogno, sia di essere alla fine dispersiva. Persone di indole amichevole.    
  • RADE, SOTTILI
Timidezza e insicurezza sono, di solito, le caratteristiche di coloro a cui appartengono. Essi stanno sicuramente meglio, se possono evitare ogni responsabilità. Se oltre ad essere sottili fanno parte di un viso piccolo sono segno di grande sensibilità.  Se sono, invece. RADE E A RICCIOLO, sono segno di una persona di eccezionale vitalità e di ottimo equilibrio psicofisico.  
  • ARRUFFATE
Rivelano, nelle persone che le possiedono, una certa rudezza esteriore, che fa da velo, però, ad una profonda, autentica bontà e disponibilità verso il prossimo. Se le sopracciglia sono MOLTO EVIDENTI E ARRFUFFATE segnalano individui la cui grande passionalità li spinge a vivere intensamente ogni cosa e a reagire con altrettanta carica emotiva.  
  • CHE SI INCONTRANO (prive di spazio sul naso)
Rivelano una persona dal carattere piuttosto chiuso, scontroso, irascibile, interiormente poco motivato alla crescita spirituale. Questa persona non può rilassarsi, egli è sempre a pensare e valutare tutto ciò che lo circonda.  
  • MOLTO DISTANZIATE (molto spazio sul naso)
Indicano individui allegri, disponibili, dotati di senso del sacrificio e della responsabilità. Inoltre sono aperti e fiduciosi verso il prossimo.  
  • LUNGHE FINO ALLE TEMPIE
Indizio della spiccata propensione del soggetto, a godere più dei piaceri materiali della vita, che di quelli spirituali.  
  • PUNTE ESTERNE TENDENTI VERSO L'ALTO
Rivelano soggetti di vivacissima intelligenza, ma anche nervosi ed instabili. La tendenza alla cerebralità li fa essere in continua competizione con se stessi e gli altri.  
  • INCLINATE verso il basso sono sinonimo di autorità. 
E' necessario assumere una grande attenzione con tali individui, motivandoli e dandogli sempre attenzione. 
 
 
OCCHI  
 
  • Piccola distanza tra gli occhi: persone che hanno una fortissima capacità di concentrazione. È indizio di una natura volta soprattutto alle cose pratiche. In genere non gradiscono essere disturbate durante la concentrazione e sono persone che hanno un grande interesse per i dettagli. Persone che possono essere poco tolleranti soprattutto se emotivi oltre a mal  sopportare variazioni di temperatura, ingorghi e influenze esterne.  Questo basso livello di tolleranza funge da moltiplicatore per le influenze esterne e porta tali persone ad arrabbiarsi facilmente o a 'uscir fuori di testa'.  
  • Grande distanza tra gli occhi: persone che possono avere problemi di concentrazione. Rivela un soggetto portato ad inseguire sogni e ideali, più che la praticità. In genere sono persone rilassato per natura e che non si curano molto dei piccoli dettagli. Essi hanno anche una grande fronte e ciò li rende dei buoni manager. Queste persone sono molto più tollerante rispetto a quella con piccoli distanza e possono sopportare molto più problemi.
  • Occhi Grandi
    Indizio di ricchezza interiore e amore per il bello, uniti ad un buon equilibrio e molteplicità di interessi.
  • Occhi Piccoli
    Rivelano una natura dotata di un'intelligenza intuitiva, capace di sfruttare appieno le proprie capacità, ma poco incline ai voli pindarici.
  • Molto grandi
    È un soggetto interiormente carico di grandi sentimenti e di alti valori, all'atto pratico però appare dispersivo ed incapace di farsi valere.
  • Molto piccoli
    Indicano una decisa propensione verso interessi materiali, volti all'esclusiva soddisfazione dei propri egoistici bisogni.
  • Incavati
    Indizio di notevole introversione, spesso venata di malinconia, che finisce con l'impedire un proficuo e continuativo rapporto con gli altri.
  • Sporgenti
    Versatilità, dinamismo e socievolezza caratterizzano un individuo la cui apertura agli altri è anche stimolata dalla sua innata curiosità verso il nuovo.
  • Socchiusi
    Indicano tendenza al calcolo e alla furbizia, sempre però sul filo di un giusto, ma personale e rigido sistema di giudizio.
  • Spalancati
    Rispecchiano una natura entusiasta, amante della vita, ottimista, estroversa, pronta al riso, disponibile all'amicizia.
  • A mandorla (a parte gli asiatici!)
    Rivelano un soggetto molto riflessivo, portato all'analisi, alla crescita interiore, ma nel contempo sensibile e aperto ai problemi altrui.
 
 
NASO 
 
  • Naso grande: non essendo bello a vedersi ed essendo motivo di insoddisfazione, chi ha un naso grande tende ad avere, in alternativa, molte buone capacità. Persone con grande naso odiano ricevere ordini e di essere come i loro padroni. Non gli piace fare i piccoli compiti ma preferiscono puntare in alto e dare un grande contributo. Le persone con un grande naso si annoiano facilmente e non amano i lavori  ripetitivi.  
  • Naso piccolo : le persone con un piccolo naso non hanno problemi nei rapporti con il lavoro ripetitivo e sistematico e molto probabilmente troverete segretarie e persone che hanno posti di lavoro simili ad avere un naso piccolo. Naturalmente, essi si annoiano meno per la routine di lavoro. 
Naso aquilino:  le persone con il naso adunco hanno le stesse caratteristiche della persona con grande naso. Per andare daccordo con tali persone,  rispettatele e fatele sentire importanti. Rivela spesso una natura scontenta, rassegnata e pessimista, a volte in contrasto con gli altri.
 
Naso concavo con narici arrotondate: è il naso dell'aiutante. Infatti chi ha un tale naso ha una naturale tendenza ad aiutare gli altri e a partecipare alle opere di carità.  Uno degli svantaggi è che gli amici o le persone a volte se ne approfittano per trarne vantaggio. Rivela una natura attenta e sollecita, osservatrice, dalle grandi capacità logico-scientifiche, disponibile alla comprensione e molto obiettiva.
 
Naso all'insù: spontaneità, apertura mentale ed ottimismo sono le caratteristiche di questo soggetto, che talvolta diventa, però, fin troppo socievole ed invadente. Una persona con questo tipo di naso è spesso ingenua.
 
Naso appuntito, all'ingiù: persona scettica. Denota capacità critico-polemiche notevoli, che arrivano talvolta fino al sarcasmo. Un individuo dal carattere tagliente, spigoloso ed incisivo. 
 
Naso dritto, sottile e lungo: persona equilibrata. Appartiene ad una persona molto intelligente, ma anche chiusa e gelosa dei suoi sentimenti, portata a "smontare" più che a costruire.
 
  Naso sottile e sporgente: denota estrema precisione e grande pazienza, ma anche un individuo dal temperamento sempre in conflitto con se stesso. Pur avendo per natura buone doti intellettive, spesso questa persona non è capace di metterle in pratica per realizzazioni concrete.
 
  Punta del naso rotonda: è il naso del ficcanaso.  La persona ama conoscere tutto ciò che può. Una punta grande ed arrotondata rivela un individuo pratico, teso a raggiungere più le gratificazioni materiali, che le acquisizioni spirituali.
 
Naso schiacciato, narici infossate: furbizia, abilità negli affari e capacità "strategiche" sono le caratteristiche di questo soggetto. S sa combattere anche con durezza per ottenere ciò che si è prefisso e l'innato "fiuto" lo aiuta nel prendere decisioni, anche se è un tipo che si può facilmente ingannare.
 
  Attccatura del Naso Profonda: denota sensibilità, delicatezza d'animo, ma anche una certa lentezza nell'affrontare e risolvere i problemi, che comunque nel tempo vengono superati, con solide conquiste sociali e materiali.  
 
  Attccatura del Naso Profonda poco profonda: rivela nel soggetto notevole capacità di adattamento alle situazioni della vita, ma anche un atteggiamento superficiale nei confronti di problemi teorici ed astratti.  
 
  Narici gonfie: rivelano passionalità ed un temperamento collerico.Il soggetto ama soprattutto l'aspetto materiale della vita. L'esistenza che conduce è soprattutto soddisfazione emotiva ed intensa delle più varie esperienze. Solo le delusioni sono situazioni che non accetta: esse non gli potranno mai servire da lezione.
 
  Strette: tipiche di un individuo ansioso e fragile, sempre alla ricerca di protezione e che, se può, sfugge alle sue responsabilità.
 
 
 BOCCA/LABBRA  
 
  • BOCCA Grande
    Temperamento generoso, ardente, vitale e sensuale.
  • Piccola
    Indica debolezza, passività e tendenza all'egocentrismo.
  • Aperta
    Rivela una natura semplice, ingenua ed influenzabile.
  • Socchiusa
    Indizio di apertura verso gli altri e di vivi interessi.
  • Ridente
    Disponibilità al calore umano e all'amicizia.
  • Grandi labbra: La persona con grandi labbra della bocca tende ad essere molto loquace, ama parlare, raccontare storie e ama stare in compagnia. Indicano una natura aperta, leale, versatile e tendente ai piaceri materiali.
  • Piccole labbra: la persona con piccole labbra ama il silenzio e tende a nascondere emozioni e sensazioni. Egli può anche mantenere segreti per anni, a differenza dalle grandi labbra che difficilmente possono tenere un segreto! Tale persona può essere molto cauta e non amante dell'avventura. Tendenza al raziocinio, all'autocontrollo e talvolta al cerebralismo.
  • Labbro superiore sporgente
    Indizio di tolleranza e comprensione verso gli altri, di ricchezza interiore e di coerenza.
  • Labbro inferiore sporgente
    Manifesta un soggetto spesso intollerante, tendente alla furbizia e alla poca lealtà.
  • Labbro superiore ben marcato, a cuore
    Ad un buon equilibrio psicofisico, fa riscontro una vita sentimentale vivace, talvolta anche troppo.
  • Linea della Bocca Dritta e con Punte rivolte verso il basso: rappresenta la persona pessimista. Uno dei vantaggi di questa persona è quello di essere in grado di scoprire i problemi prima che questi possano accadere.  Natura incerta, eternamente scontenta e priva di slanci autentici.
  • Linea della Bocca Dritta e con Punte rivolte verso l'alto: rappresenta la persona ottimista.  Uno dei vantaggi di questa persona è quello che può incoraggiare chi è titubante ed incerto.  Denotano simpatia,  coraggio e tendenza alle imprudenze.
  • Linea della Bocca (piccola) Dritta senza Punte: rappresenta l'equilibro. Uno dei vantaggi di questa persona è quello di dare un parere molto equilibrato.
  • Un solo angolo a salire
    Indica una natura decisamente eccentrica e mutevole, vitale ma anche altalenante nei suoi interessi.
  • Un solo angolo a scendere
    È indice della capacità di avere facilmente la meglio sugli altri, e della tendenza a sottolinearne il ridicolo.

 

 MENTO  

  ROTONDO E PIENO: è segno di cordialità. Rivela un atteggiamento positivo nei confronti della vita, al seguito di un'interiore bontà e sincerità ma può anche rivelare una certa insoddisfazione.  

  LARGO, PIENO, MASSICCIO: indica una natura forte e vigorosa che deve essere ben diretta per non sfociare nella violenza istintiva.  

 MOLTO SPORGENTE (in avanti): è indizio di una natura poco incline alla riflessione e più portata a reazioni violente ed istintive.  

  LUNGO E SPORGENTE A PUNTA: denota un soggetto ambizioso, che sa imporsi con autorità, freddezza ed anche una certa aridità di cuore.  

  MOLTO LUNGO (todeggiante): rivela uno spirito molto pratico, che persegue i suoi obiettivi con metodo e tenacia.  

  POCO PRONUNCIATO, A PUNTA: la nota dominante è un'ambizione mai appagata che rende il soggetto scontroso e insoddisfatto.  

  PICCOLO, LEGGERMENTE SPORGENTE: sensibilità e ricchezza interiore ma anche incapacità a farsi valere sono le sue caratteristiche.  

  CON FOSSETTA: indica un soggetto conciliante e disponibile, spesso però tendente a perdersi dietro i suoi interiori problemi.  

  SFUGGENTE: è indizio di una natura debole, indecisa, timorosa e fragile.  

  RETRATTO (quasi inesistente e sfuggente): tipico di una persona dall'indole rinunciataria e di chi vive chiuso in se stesso.  

 QUASI INESISTENTE (retto o leggermente sfuggente): rivela mancanza di senso pratico e di obiettività con una forte tendenza a rifugiarsi in sogni impossibili.  

 CORTO E STRETTO (retto): indica molta timidezza e grandi inibizioni, con la conseguente difficoltà ad instaurare rapporti con il prossimo.  

 DOPPIO: è indizio di una forte predisposizione al piacere e ai beni quasi esclusivamente materiali.  

 

ZIGOMI

 

  • MOLTO SVILUPPATI

Rivelano una natura forte e tenace, da risultare talvolta persino ostinata. A ciò si può accompagnare una certa tendenza a distaccarsi dagli altri. Spesso sinonimo di coraggio e avventura.

  • POCO SVILUPPATI

Sono tipici di una persona flessibile, facilmente adattabile, ma anche superficiale e un po' volubile.  

 

 ORECCHIE  

 orecchio  

  • Grandi
    Un orecchio di grandezza superiore alla media rivela in chi lo possiede grande vitalità ed intelligenza, unite ad un sano desiderio di crescere e di migliorare.
  • Molto grandi e malfatte
    È indizio di un'intelligenza sprecata, perchè al servizio di interessi non proprio leciti, talvolta persino pericolosi.
  • Piccole
    Umiltà, senso del dovere e dolcezza diventano in chi lo possiede delle forze positive e produttive, in grado di risolvere al meglio le situazioni più difficili.
  • Molto piccole
    Un orecchio decisamente piccolo denota l'incapacità a dare il meglio di sé, a causa di una certa incostanza nell'applicazione.
  • Attaccate troppo in alto
    Rivela una personalità complessa che persegue il miglioramento interiore come strumento di realizzazione socio-economica.
  • Attaccate troppo in basso
    È indizio di una natura tesa alla conquista di un proprio personale modo di vivere, senza per questo entrare in contrasto con gli altri.
  • Lobo grande
    Questo tipo di orecchio denota una grande forza di carattere e di volontà, ed è tipico di persone capaci di conseguire, grazie a queste qualità, abbondanti successi personali.
  • Lobo piccolo
    Rivela una certa debolezza fisica in una persona che ha scarsa capacità di fare propri i rigidi valori morali.
  • Lobo carnoso e staccato dalla guancia
    Indica una personalità ricca di interessi, capace di realizzarsi senza nulla togliere al piacere di vivere. Curiosità, forte vivacità sono le caratteristiche più evidenti.
  • Lobo quasi assente
    Indizio della predisposizione alla volubilità, a dar spazio al mondo degli istinti e degli affetti. Ma tanta istintività può portare a stancarsi presto delle cose acquisite.
  • Padiglione molto grande
    La superficialità non è affatto la caratteristica che vi contraddistingue. Un orecchio con padiglione grande manifesta propensione alla cerebralità e all'introspezione.
  • Padiglione poco differenziato
    Indica il predominio delle forze istintive sulla razionalità. È tipico di persone che si "accendono" per un nonnulla, ma che altrettanto facilmente dimenticano le offese.
  • Padiglione ben differenziato dalla conca
    Rivela un individuo dotato di ottime capacità artistiche e di una grande sensibilità. È un po' l'orecchio dell'artista.
  • Orlato ben evidente
    Un orecchio con un orlo ben disegnato rivela un buon equilibrio interiore, che concilia una fantasia molto spiccata, con la capacità di realizzare i propri sogni.
  • Piatto o mancante
    L'orlo piatto o addirittura mancante è tipico di una persona talmente socievole ed aperta, da risultare a volte persino un po' superficiale.
  • Orlo malfatto
    Un orecchio mal orlato è indizio di una personalità dall'intelligenza molto vivace e brillante, ma che tende a correre dietro a mille stimoli tanto da risultare, alla lunga, un po' dispersiva.
  • Orlo Rotondo
    Denota una personalità caratterizzata da lealtà, schiettezza ed una visione della vita piuttosto aperta, armoniosa e pacifica.
  • Orlo spigoloso
    È tipico di persone materialiste ed un po' monotone, poco inclini alla ricerca di valori spirituali e all'accoglimento di sempre nuovi e stimolanti interessi che la vita offre. 
  • Conca molto grande
    Denota socievolezza, propensione nei confronti dei rapporti umani e ricchezza di calore affettivo. Rivela inoltre delle buone capacità intuitive. 
 
La teoria fisiognomica secondo Leonardo da Vinci, Royal Collection, Windsor.
   
 
Fisiognomica
Leggo dentro i tuoi occhi
da quante volte vivi
dal taglío della bocca
se sei disposto all’odio o all’indulgenza
nel tratto del tuo naso
se sei orgoglioso fiero oppure vile
i drammi del tuo cuore
li leggo nelle mani
nelle loro falangi
dispendio o tirchieria.
Da come ridi e siedi
so come fai l’amore
quando ti arrabbi
se propendi all’astio o all’onestà
per cose che non sai e non intendi
se sei presuntuoso od umile
negli archi delle unghie
se sei un puro un avido o un meschino.
Ma se ti senti male
rivolgiti al Signore
credimi siamo niente
dei miseri ruscelli senza Fonte.
Vedo quando cammini
se sei borioso fragile o indifeso
da come parli e ascolti
il grado di coscienza
nei muscoli del collo e nelle orecchie
il tipo di tensioni e di chiusure
dal sesso e dal bacino
se sei più uomo o donna
vivere venti o quarant’anni in più
è uguale
difficile è capire ciò che è giusto
e che l’Eterno non ha avuto inizio
perché la nostra mente è temporale
e il corpo vive giustamente
solo questa vita.
Ma se ti senti male
rivolgiti al Signore
credimi siamo niente
dei miseri ruscelli senza Fonte.

(testo di Franco Battiato)

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Fisiognomica Frenologia Morfopsicologia

permalink | inviato da feel il 2/3/2008 alle 19:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile